• Tech & Innovazione

    Hosting Per Il Sito Aziendale: Come Scegliere Il Fornitore?

    Molte aziende proprietarie di un sito web si trovano di fronte a questo dilemma: come scegliere il fornitore più adatto alle nostre esigenze? Come orientarci nel mare delle offerte online? Ecco una guida completa per la valutazione della scelta più adatta in base alla specificità delle esigenze aziendali.

    In tal senso, questa strategia può essere utile per qualunque tipo di attività: si passa da chi si occupa di Roma ortodonzia estetica, fino a chi lavora in contesti come paesi di provincia, o comunque con un giro d’affari contenuto.

    Soluzioni standard o ad hoc?

    Se avete esigenze particolari, l’offerta di pacchetti standard non fa sicuramente al caso vostro. Il fornitore dovrà pertanto essere in grado di mettere a punto soluzioni personalizzata, “sartoriale”, studiata ad hoc sulle vostre specifiche esigenze. E contrariamente a quanto si può pensare, esistono oggi Provider che forniscono questo tipo di personalizzazioni allo stesso prezzo delle soluzioni a pacchetto.

    Flessibilità e servizi business oriented

    È senza dubbio fondamentale che, trattandosi di un sito aziendale, l’erogazione del servizio avvenga senza alcun blocco all’utilizzo. Assicuratevi che il Provider sia in grado di fornirvi banda e potenza superiori a quanto concordato contrattualmente, in modo da garantirvi la continuità delle operazioni, senza rallentamenti, anche in presenza di picchi di accessi imprevisti o risorse più ingenti. Col tempo, potrete eventualmente valutare col fornitore un upgrade di servizio nel caso in cui le attività di routine richiedano risorse superiori a quanto inizialmente concordato.

    Il referente, meglio se unico

    Sarete sicuramente in ottime mani se il Provider segue la prassi di affidare, per tutta la durata contrattuale, ad ogni cliente un Project Manager. Un referente personale che conosca a fondo le vostre esigenze, le vostre problematiche e le persone coinvolte nel processo. Questo consentirà una gestione agevole, semplice e una comunicazione immediata. Un referente dedicato può infatti seguire passo passo l’evoluzione dei vostri sistemi suggerendovi eventuali step evolutivi.

    Rapporto umano

    Oltre alla competenza tecnica di alto livello, uno dei punti di forza da valutare in un fornitore di hosting professionale è costituito dalle spiccate capacità relazionali degli interlocutori con cui avrete a che fare. Tecnici non solo competenti e preparati, ma soprattutto in grado di capire le vostre esigenze e gestire le problematiche in maniera totalmente flessibile.

    Accesso alla server farm

    Se il servizio prevede anche l’utilizzo di una server farm, assicuratevi che venga dato libero accesso al vostro personale ai locali della server farm, tramite badge 24 ore al giorno.

    Prezzo

    Un Provider dotato di una struttura organizzativa efficiente e agile è in grado di tenere i prezzi allineati a quelli dei competitor low-price pur garantendo un servizio di qualità di gran lunga superiore. Per ottenere ciò è fondamentale che abbia collaboratori motivati e produttivi, e che l’organizzazione gli consenta la riduzione dei costi fissi. La politica dei prezzi deve essere concepita a tutto vantaggio dei clienti che beneficiano di un maggior numero di servizi e l’offerta commerciale flessibile e modulare, in modo che possiate – se ne avete necessità – variare la combinazione dei servizi in qualsiasi momento e tararla sulle vostre reali esigenze.

    Accumuli di servizio

    Molto spesso i siti che vendono hosting online prevedono percorsi guidati che impongono l’acquisto di banda su ogni servizio VPS/housing attivato. Perché – vi chiedete sicuramente – comprare ulteriori Mbit su un nuovo contratto di Housing se utilizzate solo una piccola parte della banda già attivata col primo server? I Provider seri ne tengono conto e accorpano i consumi, senza costringervi ogni volta all’inutile acquisto di banda ulteriore.

    Il problema delle migrazioni

    Il vostro business non può aspettare! Troppo sovente il problema delle migrazioni dei dati è costituito dalla perdita di servizio. È importante dunque che pianifichiate col Provider una procedura di migrazione e rollback che assicuri la migrazione dei vostri siti e sistemi senza la minima perdita di servizio.

    Supporto consulenziale

    Ascolto e proattività sono caratteristiche fondamentali per un fornitore che si rivolge alle aziende. Valutate il Provider anche e soprattutto per la sua capacità di fornire – fin dal primo incontro – un’analisi consulenziale gratuita per determinare la migliore soluzione per le vostre esigenze. La consulenza potrebbe anche estendersi ad esempio, al consigliarvi le migliori applicazioni da utilizzare per le vostre particolari situazioni architetturali o funzionali, anche in sede di offerta verso i vostri clienti.

    Il personale a vostra disposizione

    Avere specialisti certificati Microsoft, Oracle, Red, Hat, MySQL ecc. a diposizione per fornirvi consulenza e aiutarvi nella presa di decisioni o nella soluzione di problemi contingenti può spesso rivelarsi fondamentale. Così come è cruciale che i tecnici senior del fornitore conoscano a fondo ogni cliente e le sue necessità, avendo ad esempio progettato il sistema ed esaminato in maniera approfondita ogni aspetto delle diverse procedure di fornitura e gestione.

    Assistenza

    Per le caratteristiche della vostra attività potreste avere bisogno di tecnici a disposizione 24 ore al giorno e 7 giorni a settimana: è importante che abbiano esperienza e competenza certificata su tutte le tecnologie utilizzate e gestite, e siano in grado di risolvere qualsiasi problema in piena autonomia senza doversi rivolgere ai livelli gerarchici superiori. Ed inoltre, che siano costantemente aggiornati e formati per far fronte con efficacia agli eventi critici del vostro business.

    Capacità di risposta e ripristino

    Se avete l’esigenza di una business continuity assoluta, il fornitore deve essere in grado di fornire services managed di backup e recovery con tecnici che possano ripristinare in tempi estremamente rapidi i vostri dati, server e relative funzionalità. I risultati in tal senso migliorano ulteriormente se combinati con servizi di gestione dei data base e architetture ad alta disponibilità.

  • Tech & Innovazione

    Perché la qualità dei possibili clienti è così importante?

    In tutte le organizzazioni di marketing che creano possibili clienti per le organizzazioni di vendita questo tipo di politica ha sempre funzionato. In molti casi spedire un quantitativo inferiore di mailing a un costo unitario maggiore permette di ottenere risultati migliori di quanto avverrebbe con quantitativi superiori ad un costo unitario inferiore, non in termini di risposta globale, ma con riferimento alla qualità della risposta.

    Quando la direct mail è altamente mirata, può essere estremamente efficiente. Con l’avvento di internet si presenta un’opportunità completamente nuova per i direct marketer, non solo per accrescere l’efficienza, ma anche per aumentare il R.O.I. dei programmi volti all’ottenimento di nuovi clienti potenziali.

    Il direct marketing business to business è l’opposto della pubblicità o del marketing di carattere generale. I direct marketer usano un fucile di precisione invece di un a pallini. In alcuni casi, come avviene con i prodotti a basso costo di grande richiamo che vengono venduti direttamente, può valere la pena aumentare la quantità di posta anziché ridurla. Si tratta di un’azione esaltante e divertente, un po’ così come impennare in bici o compiere un’impresa eroica simile. Di solito, però, i maggiori guadagni e i rischi più bassi derivano da mailing ridotte e intelligenti: è meglio mirare ad un’audience definita con maggior precisione, che è più probabile che sia abbastanza interessata al vostro prodotto.

    Che ne direste di applicare la stessa strategia di “targeted direct mail” a internet?

    Immaginate di poter definire degli obiettivi con un mezzo interattivo esattamente come fate con la direct mail e immaginate che il costo incrementale dell’internet direct marketing sia così basso da poter migliorare i risultati della vostra campagna per ottenere nuovi clienti potenziali quasi senza rischi. Tutto questo è possibile, con il potere di internet usato per rafforzare la direct mail.

    Innanzi tutto, introducendo internet come percorso di risposta elettronico nel vostro mailing (mettendo a disposizione del cliente potenziale un indirizzo e-mail o, ancora meglio, un determinato URL) potenzialmente potete incrementare la risposta complessiva delle vostre campagne di direct mail. Poi, se rafforzate le vostre direct mail con pubblicità sul web attentamente mirate ed e-mail inviate solo ad utenti che si sono dichiarati disponibili ad accettarne di pubblicitarie (opt-in), potete incrementare il tasso globale di risposte. Da ultimo, se create uno speciale modulo di risposta, o form, sul web per registrare le risposte e chiedere di rispondere a un certo numero di domande di qualificazione, potete incrementare significativamente il numero di possibili clienti qualificati. Il succo è che migliorate la vostra capacità di ottenere nuovi possibili clienti con la direct mail sfruttando internet. Così sarete in grado di ottenere dalle vostre campagne di direct marketing un maggior numero di possibili clienti qualificati con un costo incrementale molto basso.

    L’ideale, per capire bene il discorso, sarebbe poter rivedere il tutto applicato ad un caso, se non proprio reale, almeno fittizio.